Offerte

IMAGE CAPODANNO - PACCHETTO 3 NOTTI
Festeggia l'arrivo del Nuovo Anno in nostra...
IMAGE TRY ME
Un invito alla Prova, un invito a scoprirci
IMAGE BED & BREAKFAST RATE
  Tariffa di Pernottamento e Prima Colazione!!!

Il Teatro Comunale di Bologna fu costruito da Antonio Galli da Bibbiena nel luogo in cui, un tempo, sorgeva la Domus Aurea dei Bentivoglio distrutta nel 1507. Una parte dei resti formano gli attuali Giardini del Guasto, compresi tra via del Guasto e Largo Respighi, dove invece c'è l'ingresso artisti.

Dopo l'incendio del febbraio 1745 che distrusse il Teatro Malvezzi, costruito nel 1651, la città promosse la costruzione di un nuovo teatro, il "Teatro Pubblico", come venne inizialmente chiamato il Teatro Comunale.

Fu il primo esempio di teatro dell'opera edificato con fondi pubblici e affittato dalla municipalità.

Realizzato su progetto di Antonio Galli da Bibbiena, il teatro fu inaugurato il 14 maggio 1763 con l'opera di Gluck Il trionfo di Clelia, scritta per l'occasione.

L'auditorium, a forma di campana, è composto da quattro ordini di palchi con un palco reale e un loggione, e fu realizzato principalmente in muratura per prevenire gli incendi. Il teatro rimase a lungo incompleto, in particolare le attrezzature ospitate dietro le quinte furono terminate solo nel 1805, mentre la facciata fu completata da Umberto Rizzi nel 1933.

Il XIX secolo vide la presentazione di venti opere di Gioacchino Rossini, mentre sette delle dieci opere di Vincenzo Bellini furono ivi rappresentate negli anni '30 del secolo. Furono tuttavia le opere di Giuseppe Verdi e, successivamente, nel 1871, la prima italiana del Lohengrin di Richard Wagner a dominare la scena del teatro nel 1800.

Vari rinnovamenti del teatro furono eseguiti tra il 1818 e il 1820, e in seguito nel 1853.